Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2016

A.A.A. offresi spazio ad autori e autrici su Blogger...perché una mano lava l'altra!

Immagine
Cerchi un sito in cui mettere in mostra il tuo libro e la tua biografia? Desideri contribuire alla diffusione di testi di qualità (fra cui anche il tuo)?
Ebbene, sei nel posto giusto!
Se vuoi saperne di più, invia una mail all'indirizzo robertafi.visone@gmail.com!
Per poter vedere la tua intervista pubblicata, vorrei che esprimessi il tuo parere sul mio libro Poesie di periferia su uno di questi due siti:
http://www.amazon.it/Poesie-Periferia-Roberta-Fausta-Ilaria-ebook/dp/B00RNKGTK0/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1447102344&sr=8-2&keywords=poesie+di+periferia(Amazon);
http://www.youcanprint.it/poesia/poesia-generale/poesie-di-periferia-9788891167729.html(Youcanprint).
In cambio ti concederò: una mia intervista sul tuo sito (attendo tue domande ovviamente);(perché no?) un caffè se sei di o se visiti Napoli
Grazie per la collaborazione: dopotutto, UNA MANO LAVA L'ALTRA!

E prova scritta fu!

Buonasera! Sono una delle tante persone reduci dalla prova scritta del famigerato concorso e sono qui per raccontarti quell'insieme di calma, tensione momentanea, istinti primordiali, ironia e tanto sonno che hanno caratterizzato questa giornata. Premetto che ieri pomeriggio ho dormito per un'ora e mezza, la sera sono stata sul divano col mio amore a guardarci Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, poi siamo andati a dormire (stamane mi ha accompagnato lui a Pozzuoli presso la scuola dove dovevo svolgere la prova, doveva per forza venire a dormire a casa mia), svegliandomi stamattina abbastanza riposata.  Fatti tutti i servizi mattutini, la musica rock ci accompagna in macchina, e giunti a Pozzuoli senza problemi, non troviamo subito la scuola, poiché vi sono tanti plessi nonché la chiesa di San Michele Arcangelo; una volta scesa dalla macchina per chiedere informazioni, un signore mi indica un cancello blu, allora dico a Mike: <<È lì, dove c'è il cancello blu TARDIS…

Intervista a Serena Lavezzi, autrice de "Il cestaio"

Immagine
Biografia Serena Lavezzi:
Serena Lavezzi è nata in Piemonte nel 1986. Ha conseguito due lauree in Storia all'Università degli Studi di Torino, una grande passione che non ha mai abbandonato. Scrive a tempo pieno, diversi suoi racconti hanno vinto concorsi nazionali, ha pubblicato poesie e articoli e ha all'attivo alcune pubblicazioni di carattere storico-artistico. I suoi interessi principali sono la letteratura, il cinema, i viaggi, le arti creative e le studio di culture e tradizioni orientali.






SINOSSI Il cestaio:
Un vecchio cestaio abita vicino al Villaggio delle Volpi, in un paesino montano della Prefettura Miyagi, in Giappone. Il suo nome è Kimura Fumio. Le sue giornate trascorrono lente, solitarie e monotone, mai scalfite da eventi esterni o imprevedibili. Una mattina una giovane ragazza coreana lo ferma per strada, mentre è intento a fare la spesa al  piccolo mercato. Lei ha intrapreso un lungo viaggio per raggiungerlo, ma lui non sa chi sia, non la riconosce. Gli chiede…

Intervista a Jessica ScarlettRose, autrice di "Necrotica"

Immagine
Salve! Di seguito puoi trovare l'ultima intervista di un'autrice che si chiama Jessica ScarlettRose, con tanto di bio e sinossi della sua opera Necrotica. Io e Jessica facciamo parte del gruppo FB USE - Unione Scrittori Emergenti, che ci mette in contatto non solo con autori e autrici più o meno esordienti dall'Italia, ma persino con l'Australia!  Il caro Paolo Aurelio Monteleone ci concede settimanalmente uno spazio radiofonico per fare una chiacchiera amichevole e perché no? per pubblicizzare le nostre opere! Prima di lasciarti all'intervista, ti segnalo i link principali del suddetto gruppo FB e della pagina FB Australia chiama Italia: https://www.facebook.com/groups/419949198202751/?fref=ts (USE);https://www.facebook.com/Australia-chiama-Italia-762898050523659/?fref=ts (Australia).

Jessica ScarlettRose
AJessica ScarlettRose, classe 1995, appartiene da tempo lavoglia di scrivere, ovvero da quando frequentava leelementari; poi, allesuperiori, divenne più consapevole. Ha…

Dal "Notre-sfighe de MIUR", "Dio, ma quanto è ingiusto il MIUR"

Immagine
Sono passate quasi tre settimane dal magnifico spettacolo Notre-Dame de Paris a opera di Riccardo Cocciante e Pasquale Panella (per la versione italiana), eppure da quando le mie orecchie hanno incontrato le note delle loro canzoni, non riesco proprio a smettere di ascoltarle. In particolar modo ne metto una in "cicla uno": Dio, ma quanto è ingiusto il mondo, cantata da Giò Di Tonno nei panni di Quasimodo.
Per chi non conoscesse la storia, ne consiglio innanzitutto la lettura del romanzo (molto scorrevole, a parte alcuni punti) perché Disney, almeno per me, non ha reso giustizia a personaggi poliedrici e complessi come Claude Frollo, il villain dell'opera. Dopo la lettura, consiglio vivamente la visione dello spettacolo in prima persona: un conto è essere davanti a una TV/un PC a vederne i DVD/video Youtube/sim., tutt'altro è essere presente a teatro, contemplando le scenografie, le voci, le espressioni facciali visibili a distanza ravvicinata ovviamente. Io che sono …

Vorrei tanto sapere due cose

Immagine
Quello che segue è una riflessione alquanto ampia che ha come perno la dicotomia idealismo vs. mediocrità. In particolare saranno toccati per sommi capi alcuni punti sull'attualità. Dunque, due sono le cose che son curiosa di sapere. In primis, vorrei tanto sapere chi mi ha instillato quei principi di libertà, merito, solidarietà, sostanza, protezione, difesa dei deboli, giustizia e onestà che cerco di mettere in pratica nella mia vita e che in Italia e in particolar modo a Napoli stentano a emergere. Forse da una parte un'opinione dall'alto secondo cui io viva su un altro pianeta non è così errata, ma nemmeno verità universale, date le diverse esperienze che mi hanno fatto un po' piantare i piedi per terra (tanto per fare un esempio, se in passato ero più sciolta nel dire "ti voglio bene", ora lo dico in poche occasioni). D'altro canto, c'è una grossa parte di questa vita che è vile e mediocre, in cui ci si fa le scarpe l'un l'altr*, in cui…

Lettera a Giovanna

Immagine
"Cara Giovanna, Come stai? Sai, oggi è un altro giorno di scuola, solo che ora sono dall'altra parte. Sì, sono al primo anno di insegnamento, eppure a volte mi sento ancora studentessa, la stessa, che dopo anni d'amore per la lingua inglese, ha tradito la stessa per un'altra magnifica lingua germanica: quella che mi hai insegnato tu. Non solo, ho un alunno in seconda il cui entusiasmo mi ricorda lo stesso con cui seguivo le tue lezioni, lo stesso che un giorno tentasti di smorzare e per questo ti mandai a quel paese quel giorno. Spero non l'abbia fatto pure questo mio alunno nei miei confronti, anche perché abbiamo fatto una bella chiacchierata sia in classe sia durante una passeggiata verso la stazione chiarendo la mia posizione a tal riguardo. Ho anche tanti altri ragazzi e ragazze, alcuni dei quali mi hanno reso l'insegnamento un bel po' difficile, molti altri, invece, con cui mi diverto un mondo e l'ora vola, altri ancora vogliono andar via, che s…

Infiniti voli del cuore, infinita felicità...

Immagine
Salve! Stasera mi risuona questa canzone nelle orecchie e nella mente. Era una di quelle che, acceso lo stereo e messo il CD arancione con scritte blu, facevo log out col mondo, proprio come la voce narrante del mio futuro romanzo, la cui stesura si è momentaneamente stoppata per impegni fra scuola, concorso e bellissimi incontri!
Ecco la canzone di cui parlavo: Eros Ramazzotti - Per me per sempre

Intanto ti invito alla lettura del Post su "La donna col cappotto rosso" e link futuro romanzo. Buonanotte!