Post

Visualizzazione dei post da 2017

2017: un anno pieno di novità!

Immagine
In un'uggiosa giornata di pigiamenica sono qui a raccogliere tutte le esperienze positive che hanno caratterizzato l'anno che sta per finire. Inizio dalla parola del titolo, "novità". Per puro caso a febbraio mi sono imbattuta in un invito "Telefilm Addicted" da una certa Laura Caccavale. Non nascondo che all'inizio ero scettica, date le esperienze pregresse con gruppi che in realtà erano covi. Tuttavia mi son detta Ma sì, che ho da perdere?! e per fortuna ho avuto la possibilità di conoscere delle persone veramente speciali, soprattutto Laura, Gio, Mary, Raffaella, Rosy e Laura Cascio. Speciali per le nostre somiglianze e alterità, per l'amicizia disinteressata, perché sono venuti incontro a me e Mike, perché ci ritagliamo del tempo per stare insieme nonostante gli impegni di ognuno di noi, perché sembra che ci conosciamo da una vita, perché facciamo parte di una generazione che ancora ci tiene a stare insieme dal vivo, perché Laura mi ha affidato …

Estate 2017 - Una meravigliosa e agrodolce vacanza in Calabria

Immagine
Escludendo la toccata e fuga del 30/4 per motivi non piacevoli, tornare in Calabria dopo 10 anni ha significato tanto per me.
Innanzitutto io, Mike e la mia famiglia avevamo un estremo bisogno di staccare la spina dal tran tran e (quasi) tutto ha giocato a nostro favore:
il mare (SEMPRE pulito);l'aria fresca;il buon cibo;la buona compagnia;i Sudoku;i cruciverba;il residence;persino i MB rimanenti dopo aver visto dal cellulare l'ultima puntata di stagione di GoT (non c'erano linee wireless aperte, ma anche da un piccolo schermo la goduria è stata tanta, tantissima!) Secondo, è sempre bello conoscere nuovi parenti e riscoprirne di antichi, ma ancora più bello è percepire un affetto che il tempo, gli impegni e la distanza non hanno scalfito, casomai il contrario.
Terzo, dopo la vacanza dell'anno scorso con la famiglia di Mike, vissuta malissimo per problemi fisici, per l'ansia da concorso e con costumi a un pezzo per la vergogna, non solo il mio lato stacanovista si è r…

Rivisitazione GoT: "L'Hodor del Cersei"

Immagine
Salve! Interrompo le ferie da blogger per riportare un'altra canzone del buon vecchio Ligabue. Stavolta ho usato le parole di Case, personaggi e luoghi della sua celeberrima saga di G.R.R. Martin conosciuta come Game of Thrones.
Have a nice reading <3

L'Hodor del Cersei

Si fa presto a cantare cheTormund sistema le Rose
si fa un po' Mance presto a convincersi che Shae così io non Snow se è Drogo Jorah: faccio Loras confusione Sam che sei la piùBrana non andarsene Myr

forse ti Rickon
eroRobb tua

non va più via l'HodordelCerseiche haiDavos si Stark qui alJorah che ioPetyr che ioPod
e ci siamoMissandei la pelle, le Joffrey, le ossa (by Ramsay... o Verme Grigio?)
ed appena Greyjoy ognuno ha ripreso le sue tu che dentro seiLyanna (Mormont ovviamente ù.ù) mentre io vado al Mare Stretto tu che sei così Brienne a rimanere Arya forse Tyrion sono Robin tua

non va più via l'HodordelCerseiche haiDavos si Stark qui alJorah che ioPetyr che ioPod

Elenco di link - Post pubblicati sul sito "Quello che resta" (Wordpress)

Immagine
Salve!
Con questo post vi auguro buone vacanze e condivido un elenco di link tramite cui potete accedere ai miei post pubblicati sul sito Wordpress Quello che resta.
Scritto a più mani, potete trovare articoli su:

Viaggi;Insegnamento;Scrittura;etc.

Ecco i miei testi che riguardano queste tre tematiche, in particolar modo l'esperienza jenense di 4 anni fa, il TFA e la mia prima storia breve: 1° settimana a Jena;2° settimana a Jena;3° settimana a Jena;4° e ultima settimana a Jena;Ciò che ho appreso a Jena;Alla ricerca del lavoro introvabile: contraddizioni e ipocrisie;5 giorni ... di TFA;2° settimana da tieffina;3° settimana da tieffina quasi conclusa;1° mese da tieffina;Il tempo che resta: briciole putride e retrogusto agrodolce;Bagaglio, supplenza, riposo, merito, what else?;La donna col cappotto rosso - I parte (disponibile anche su Wattpad);La donna col cappotto rosso - II parte (disponibile anche su Wattpad);La donna col cappotto rosso - III e ultima parte (disponibile anche su …

Manifestazione vincitori di concorso + CNT al MIUR 25/07/2017: le mie emozioni

Immagine
Prendere un treno, un bus, un'auto per raggiungere la sede del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricercae non una località balneare/montuosa/altro.
Prendere il sole sotto un palazzo istituzionale anziché al mare/montagna/altro.
Voci all'unisono a urlare per un diritto ancora non concesso.
La mia voce volenterosa di contribuire alla manifestazione, ma interrotta dalle emozioni di questi ultimi 3 anni: come potevo raccogliere i pensieri senza un discorso preparato su carta, ma ben inciso nel mio cuore e nella mia mente?
Come potevo urlare che, pur di realizzare il mio più grande sogno, ho rinunciato agli ultimi istanti di vita di mio padre, per riporre speranza e fiducia innanzitutto nella persona che è stata bullizzata ed esclusa col marchio "secchiona" per le proprie passioni, che è stata schernita per infami giochi di specchi da persone di diverse età, e che mi accompagna da quando ho emesso il primo saluto al mondo?
Come potevo urlare di aver ri…

Intervista ricevuta sul sito web Curiosando. Grazie Tatiana Sabina Meloni!

Di seguito potete trovare la mia intervista in materia di poesie sul sito Curiosando - Sito Web:
http://curiosando.altervista.org/poesie-roberta-visone/.
Buona lettura.
Grazie Taty per quest'opportunità! <3

Intervista ad Arteiu Azizian

Immagine
Arteiu Azizian: Arteiu ha ideato e creato lo stile musicale R-Gaeton nel 2016 e la sua prima canzone è "La Danza Positiva".
Il suo stile diffonde positività, amore e parole divertenti in diverse lingue (soprattutto in inglese e in italiano).
Strumenti, percussioni e il mix hype di Reggaeton, Rnb, Afrobeat, Oriental e Musica Elettronica.
Sinossi Luce Sensibile:

"Luce Sensibile" raccoglie riflessioni concepite in età giovanile, oggi dove i ventenni ancora influenzati dall'adolescenza si confrontano con il mondo adulto. Le chiavi di interpretazioni dei testi riguardano tutte le stagioni della vita, presentate con linguaggi diversi ma allo stesso tempo complementari. Il libero componimento del comunicatore Arteiu manifesta il bisogno di scrittura come condivisione di emozioni verso se stesso e con il prossimo, definendo su carta ciò che si nasconde nella vita frenetica.
Link del booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=aUEhGaw5qPM Disponibile dal 17 maggio in due vers…

Recensione "Luce Sensibile" di Arteiu Azizian

Immagine
Premetto che avrei voluto dedicarmi alla lettura del libro ad agosto, ma non ho resistito al richiamo della Luce Sensibile del giovane cantante e scrittore Arteiu Azizian, auto pubblicato con Youcanprint. Prima di rispondere alla chiamata alla lettura, ho sbirciato la sua pagina FB: l’espressività dei suoi occhi mi ha fatto intuire che, dietro la sfilza di mail “editoriali” che ci siamo scambiati nell’arco di questo mezzo anno, si celava un ragazzo pieno di energia, di positività e di vitalità. Ho avuto conferma di ciò già dalle prime pagine del suo libro di poesie Luce Sensibile: il codice verbale si alterna simpaticamente con quello iconico, talvolta incontrandosi grazie al disegno di una penna con orario e data scritti all’interno (una trovata geniale!); altrettanto sorprendente è l’uso dell’elencazione all’interno di una poesia, ma fossi stata nell’autore, avrei chiuso ogni parte di elenco col punto e virgola (considerazione questa che rispecchia solo un’espressione a livello di s…

Alcune considerazioni sul mondo dell'insegnamento oggi

Stavolta parto da un video di Youtube visto in occasione di un corso gratuito sui DSA e BES tenutosi alla Scuola Media F. Solimena a Barra. https://www.youtube.com/watch?v=w91gibhOiRY. Poiché, come sapete, la tematica mi riguarda molto di persona, farò un commento punto per punto sul contenuto del video. Sarà un post molto lungo e a tratti irriverente e "poco professionale" per le persone bigotte che si appellano alla minima parolina per giudicare il mio piano di professionalità (manco lavorassero in classe dal vivo con me!). Siete pront*? "Un sistema scolastico che cerca di far arrampicare i pesci sugli alberi". Non sono del tutto d'accordo. Nonostante a scuola si assista ormai a una vera "corsa ai progetti" (roba che "Bismarck, scànsati tu e la tua corsa agli armamenti!"), credo sia proprio la quantità di questi progetti a permettere agli alunni di scegliere fra sport come il canottaggio, le arti marziali, il tango e altro. Nonostante sia f…

Tagebuch über Samstag 27.07.2013

Dopo gli ultimi due post di argomenti letterari e scolastici, eccomi qui con una pagina di diario scritta durante la mia esperienza a Jena (luglio-agosto 2013) sull'insegnamento e sull'apprendimento del tedesco. Questa lettera è indirizzata agli altri partecipanti al corso, poiché io, Valentina e Igor abbiamo avuto alcuni problemi e "incontri ravvicinati del terzo tipo" al ritorno da Lipsia.
La riporto in tedesco, tanto c'è Google Translate cui potervi affidare ;)
Liebe TeilnehmerInnen, Vielleicht hat jemand sich gefragt, warum ich, Valentina und Igor am Samstag Abend Verspätung an die Bergfest gehabt haben. es gibt zwei Gründe: Der erste hat mit der Rückreise von Leipzig bis Jena zu tun, der zweite werde ich später erklären. Nach einem wunderschönen Ausflug nach und durch Leipzig haben wir den EB-Zug auf dem Gleis 10A gewartet. Aber der Zug fuhr vom Gleis 10a. Also Vorsicht vor Buchstaben! Als wir Jena-West Bahnhof erreicht haben, haben wir einen Bus Richtung Stadt…

Scrittura in versi: pro o contro? Perché? Commentate!

Immagine
Salve! Voglio approfittare dell'avvicinamento dell'estate per chiedervi: - qual è il vostro rapporto con la scrittura? - cosa pensate della poesia?
Inizio io, così magari incoraggio altre persone: se mi fossi fermata ai meri voti degli scritti di italiano del triennio, a quest'ora non mi ritroverei con un libro pubblicato in self e con la "timidezza artistica" superata. Dovete sapere che dal 2005 scrivo poesie, perché le gioie e i dolori della mia adolescenza per me erano meglio veicolati, meglio espressi tramite i versi. Inoltre, fino al 2014 solo in pochi le conoscevano: avevo paura di venir giudicata, di mettere a nudo la mia anima, il mio lato più privato, al pubblico. Poi ho avuto un lutto familiare e, un po' per superare l'insicurezza, un po' per rimorso (papà è morto prima della pubblicazione del libro), alla fine mi sono buttata e attualmente mi ritrovo con un romanzo in cantiere di cui terminare la prima stesura, e una rubrica comico-satirica che…

Intervista a "The Hawk" Luigi Papanice

Immagine
Intervista Buonasera Luigi. 
Approfitto di questi giorni di festa per pubblicare la tua bella intervista. Eccoti le mie domande, pensate appositamente per te!
Domanda di riscaldamento: scegli fra le tue opere quella che ti è più cara; assegna a essa 3 aggettivi che la descrivano al meglio. Mi sono tutte “care”, forse quella che ricordo con più piacere è la prima, la capostipite anche perché sono stato spinto a pubblicarla da una persona cara. Tre aggettivi?Rocambolesca, fantasiosa (quando ho iniziato a scriverla, la “vera” vicenda non era ancora nata) e ipotetica (si è poi verificata).

Spulciando il sito, ho notato il link di Youcanprint. Cosa ci racconti dell'esperienza con questa piattaforma online?
Quando mi sono messo in mente di pubblicare,      avevo interpellato tutte le principali case editrici (sarebbe più onesto dire che ho rotto le scatole a tutte le principali case editrici), ma nessuna mi ha risposto. Così mi son messo in rete e il primo libro l’ho fatto pubblicare…

Donne assenti nella letteratura scolastica: quanto è vero?

Parto da questo articolo per esprimere la mia:
https://ledonnevisibili.wordpress.com/2017/05/27/donne-nella-letteratura-scolastica-assenti/.

Mi sono ricordata di quando, durante il periodo TFA, registravo le video-lezioni di tedesco per il sito Languages Translators. In particolar modo, mi sono venute in mente due parole:
der Stuhl ("la sedia"): il mio commento fu una cosa del tipo "Perché proprio l'articolo maschile? Forse perché si è sempre pensato che fosse l'uomo a comandare?";der Kugelschreiber ("la penna"): il mio commento riecheggiava qualcosa che mi fu sicuramente detto durante il corso di letteratura inglese III (laurea triennale), cioè "la forma della penna ricorda quella del pene".  Ho pensato anche al francese le stylo; i generi affidati da questa lingua e dal tedesco cozzano con:

the pen (neutro);la penna (femminile). Quale paradosso (guarda un po', italiano): da una parte abbiamo una programmazione scolastica che, dal pun…