Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2017

Donne assenti nella letteratura scolastica: quanto è vero?

Parto da questo articolo per esprimere la mia:
https://ledonnevisibili.wordpress.com/2017/05/27/donne-nella-letteratura-scolastica-assenti/.

Mi sono ricordata di quando, durante il periodo TFA, registravo le video-lezioni di tedesco per il sito Languages Translators. In particolar modo, mi sono venute in mente due parole:
der Stuhl ("la sedia"): il mio commento fu una cosa del tipo "Perché proprio l'articolo maschile? Forse perché si è sempre pensato che fosse l'uomo a comandare?";der Kugelschreiber ("la penna"): il mio commento riecheggiava qualcosa che mi fu sicuramente detto durante il corso di letteratura inglese III (laurea triennale), cioè "la forma della penna ricorda quella del pene".  Ho pensato anche al francese le stylo; i generi affidati da questa lingua e dal tedesco cozzano con:

the pen (neutro);la penna (femminile). Quale paradosso (guarda un po', italiano): da una parte abbiamo una programmazione scolastica che, dal pun…

Ogni prof lascia qualcosa di sé all@ studente che sa coglierlo

Immagine
Nel mio giorno libero di qualche settimana fa, mentre raggiungevo il liceo Elio Vittorini, le gambe mi tremavano per l'emozione di poter riabbracciare, dopo 10 anni, colei che:

mi ha mostrato per la prima volta quello che sarebbe diventato uno dei miei film preferitiFrankenstein Junior;mi ha fatto appassionare alla letteratura inglese: ricordo come se fosse ieri le emozioni che trapelavano dalla lettura della confessione d'amore di Catherine Earnshaw;ha accolto i miei sfoghi durante il periodo londinese nel lontano 2007, quando colui che sarebbe poi divenuto il mio futuro marito mi lasciò;sapeva essere umana oltre che prof;ha avuto la mia stessa gioia di rivedersi e lo stupore nel vedermi trasformata;dopo aver saputo del mio sogno realizzato, con orgoglio ha detto "Adesso siamo colleghe, chiamami Gabriella".
Ogni prof lascia qualcosa di sé all@ studente che sa coglierlo.
Personalmente, dai vari corpi docenti degli anni passati ho colto: la passione per l'insegnamen…

Un sondaggio per voi: uso dei social network

Salve! Vi propongo uno scambio di idee su una tematica a noi molto vicina: l'uso dei social network. Come vi approcciate a Facebook, Twitter, Instagram, ecc.? Quanto credete sia giusto? Quanto sbagliato? Aspetto vostre considerazioni :)

"Poesie di periferia"...IN OFFERTA FINO AL 03/06!

Immagine

"A Game of Fandom" - gioco divertente sui principali fandom

Immagine
Prima di passare alle due domande di questo gioco simpatico sui principali fandom, ringrazio per l'idea Alessandra Di Rienzo, fan di Vikings e persona che stimo.
Ecco le domande: A quale personaggio ti senti più affine? (Un personaggio per ogni categoria) A chi mi assoceresti? (Un personaggio per ogni categoria) ↠ personaggio della DC Comics; ↠ personaggio della Marvel; ↠ personaggio di Disney, Pixar, Dreamworks, etc.; ↠ personaggio di Star Wars; ↠ personaggio di serie TV; ↠ Companion di Doctor Who; ↠ Dottore di Doctor Who; ↠ casa in Harry Potter; ↠ razza in Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit, Il Silmarillion; ↠ casata in Game of Thrones; ↠ personaggio di videogame; ↠ film di Quentin Tarantino; ↠ personaggio letterario; ↠ personaggio di anime/manga; ↠ autore/autrice.
Se non conoscete qualche opzione, non importa: rispondete secondo ciò che sapete bene! Venghino signori, venghino! COMMENTATE!!!

Intervista ad Annarita Petrino

Immagine
Annarita Petrino:
Già autrice della raccolta di racconti di fantascienza cristiana "You God” (Ed. Il Papavero 2013),Annarita Petrino, nata il 18/08/1977 a Giulianova (TE), laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università “G. D’Annunzio” di Pescara e insegnante di scuola dell’infanzia, si cimenta con una nuova prova, quella dei “Racconti nascosti nei sogni”