Translate

sabato 3 giugno 2017

Intervista a "The Hawk" Luigi Papanice


Intervista
Buonasera Luigi
Approfitto di questi giorni di festa per pubblicare la tua bella intervista.
Eccoti le mie domande, pensate appositamente per te!

  • Domanda di riscaldamento: scegli fra le tue opere quella che ti è più cara; assegna a essa 3 aggettivi che la descrivano al meglio.
Mi sono tutte “care”, forse quella che ricordo con più piacere è la prima, la capostipite anche perché sono stato spinto a pubblicarla da una persona caraTre aggettivi? Rocambolesca, fantasiosa (quando ho iniziato a scriverla, la “vera” vicenda non era ancora nata) e ipotetica (si è poi verificata).

  • Spulciando il sito, ho notato il link di Youcanprint. Cosa ci racconti dell'esperienza con questa piattaforma online?

Quando mi sono messo in mente di pubblicare,      avevo interpellato tutte le principali case editrici (sarebbe più onesto dire che ho rotto le scatole a tutte le principali case editrici), ma nessuna mi ha risposto. Così mi son messo in rete e il primo libro l’ho fatto pubblicare da una casa del centro Italia; successivamente mi è arrivata l’offerta da Youcanprint e ho fatto una valutazione prezzo/servizio. Devo dire che, salvo qualche piccola “incomprensione”, mi trovo bene e, salvo imprevisti, continuerò a servirmene. Ho proprio richiesto, poco fa, la pubblicazione del nono libro.
  • Riguardo al giornalino scolastico, quanto credi sia importante un contatto "artistico" fra docenti e alunni (perché immagino che tu sia stato incoraggiato da un@ tu@ docente)?

No sbagliato, i docenti ci “offrivano” la possibilità di dedicarci a più attività e ognuno era libero di scegliere. Perché mi sono dedicato, fra l’altro, a scrivere? Onestamente, non saprei dirlo.

  • In un'era digitale come quella attuale, quanto pensi possa incidere un'esperienza come la tua, di scout?

Penso proprio poco o nulla. Se hai fatto quattro conti avrai capito che i miei capelli bianchi non sono un vezzo.  Ai miei tempi (naturalmente sto parlando del collegio) la tecnologia era la macchina da scrivere (di notevoli dimensioni), quindi nulla a che vedere con i tempi odierni.

  • Se ti proponessero di creare un film/telefilm a partire dai tuoi libri, quale sarebbe la tua prima reazione? Come agiresti?

Ne sarei felicissimo! Molto onestamente ti dirò che l’ho proposto alla RSI (Radiotelevisione Svizzera) la quale, da tempo, trasmette delle serie che si possono ricondurre al genere dei miei libri. Però per ora non ho cavato che il classico "ragno" dal classico "buco".

  • Che metodo proponi, affinché un@ scrittore/scrittrice superi il "famigerato" blocco dello scrittore?

Non so cosa intendi per blocco dello scrittoreIo per primo, durante l’anno, attraverso dei periodi in cui non riesco a buttar giù nemmeno una riga. Mi dedico ad altro dimenticando lo scrivere; le idee poi tornano da sole. Non devo forzare gli eventi.

  • Alla fine dei riassunti delle tue opere, leggo spesso frasi come "Il romanzo, essendo opera di pura fantasia, non segue ovviamente l'effettivo svolgimento delle vicende che hanno interessato recentemente la storia mondiale", "i riferimenti a cose, persone o fatti realmente accaduti è casuale e non segue l'esatto ordine cronologico degli avvenimenti". Perché questa scelta?

Le storie contenute nei miei libri sono frutto di fantasia, però a volte richiamano vicende, più o meno note al grande pubblico, che hanno condizionato lo svolgimento dei fatti della “recente” storia mondiale. Metto fra virgolette la parola recente in quanto i miei libri iniziano nel periodo della guerra fredda (fine anni 40-inizio anni 50) per dipanarsi sino ai giorni nostri. Come già detto, il primo libro (I Gemelli Dormienti) ha anticipato, in termini differenti dalla realtà, quello che poi è stato lo scandalo Clinton/Lewinsky. In altro caso, quando ho iniziato a scrivere, ho proprio fatto la Cassandra ipotizzando quelli che sono stati dei tristi fatti della recente cronaca nera. Non voglio svelare altro visto il genere.

Ringraziamo i lettori e le lettrici per l'attenzione e salutiamo il nostro autore "The Hawk" Luigi Papanice!
Grazie a tutti voi!

Per consultare la biografia dell'autore: http://www.luigithehawk.it/index.php/l-autore.

Nessun commento: